• Home
  • Articoli
  • IL MOMENTO È DELICATO - CORONAVIRUS: ALCUNE NORME
psicologo alessandria

IL MOMENTO È DELICATO - CORONAVIRUS: ALCUNE NORME

“Il momento è delicato” diceva Ammaniti ed intitolava così una sua celebre raccolta di racconti pulp e assurdi.

Sì, ora il momento è delicato, come diceva lo scrittore, e anche assurdo. Non deve essere faticoso da ammettere perché tutti ci sentiamo fragili di fronte all’emergenza Coronavirus e alla possibilità del contagio. Proprio per questa ragione è importante chiedere aiuto.

Un supporto psicologico può essere efficace per affrontare i piccoli/grandi problemi delle giornate durante questa situazione eccezionale, sia per la popolazione in generale, sia per il personale sanitario direttamente esposto.

Per questo seguire alcune semplici indicazioni nella quotidianità può rivelarsi utile per allentare la tensione.

Per ottenere le informazioni di cui hai bisogno consulta solo le fonti istituzionali (Ministero della salute) e non abusarne perché l’esposizione continua alle notizie diffuse dai canali più disparati non è utile e alimenta solo lo stato d’allerta e la paura. Un buon compromesso per essere informati ma non terrorizzati può essere scegliere uno/due momenti al giorno da dedicare alla lettura dei comunicati.

Ovviamente le norme igieniche consigliate dal Ministero della Salute sono da seguire. È vero, non puoi mantenere le consuete abitudini, ma una buona qualità della vita deve essere il tuo principale scopo. Un buon consiglio può essere quello di darsi obiettivi all’interno della giornata e cercare di occuparsi di ciò che ci fa stare bene (attività sportiva in casa, cucina, lavori domestici, film, musica), certo, sempre nel rispetto delle indicazioni in tema di sicurezza.

Gli amici sono una rete fondamentale nei momenti difficili, perciò anche ora è importante mantenere i contatti con loro attraverso i social o videochiamate.

Potresti sentirti in difficoltà nel concentrarti o nel prendere decisioni: non preoccuparti, è una normale conseguenza dello stress, così come è normale provare paura o agitazione. In ogni caso, però, parlare delle tue emozioni potrebbe aiutarti a sentirti meglio.

Il sonno deve essere sempre preservato, anche se al mattino non c’è scuola o non devi andare al lavoro, mantieni delle abitudini regolari.

Anche i pensieri ricorrenti riguardo alla situazione attuale devono essere tenuti sotto controllo. È vero, a volte non è semplice scacciarli via, ma puoi provare ad interrompere il loro influsso negativo dedicandoti ad attività pratiche o cercando di instaurare un pensiero positivo.

Se ti trovi con dei bambini la scelta migliore è raccontare loro la verità in modo semplice, scegliendo immagini e informazioni adatte a seconda dell’età del bambino.

Non parlare continuamente dell’argomento, ma non tenerli neanche all’oscuro, anche per loro vale la buona norma di scegliere un momento della giornata in cui aggiornarli, non dimenticando mai di trasmettere loro affetto, sicurezza e attenzione.

Se è possibile, mantieni le scansioni abituali di tempo nella giornata: tempo da dedicare ai compiti/attività scolastiche e quello per il gioco e la TV, cercando di non eccedere con i videogiochi.

Ricorda sempre ai bambini che molti professionisti, come medici, infermieri, forze dell’ordine molto capaci, stanno lavorando costantemente per ripristinare la sicurezza e dare aiuto agli ammalati. Sottolinea gli aspetti positivi e le azioni di cura per tornare alla normalità.

Il momento è delicato, certo, e forse ora lo siamo un po’ anche tutti noi, ma concederci un aiuto ci può rendere meno vulnerabili.


Ambiti d'intervento

  • DISTURBI CONSEGUENTI AD AVENTI TRAUMATICI O LUTTI
  • AUTOLESIONISMO E RISCHIO SUICIDARIO
  • ANSIA O PREOCCUPAZIONI GENERALIZZATE
  • STRESS E DISTURBI PSICOSOMATICI
  • FOBIE SPECIFICHE
  • ATTACCHI DI PANICO
  • FOBIA SOCIALE
  • CONSULENZE IN CASO DI SEPARAZIONE O MEDIAZIONE FAMILIARE.
  • IPOCONDRIA
  • DEPRESSIONE
  • DISTURBO BIPOLARE
  • DISTURBI ALIMENTARI
  • ABUSO E DIPENDENZA DA SOSTANZE
  • ENURESI
  • DIFFICOLTÀ NELLA SCUOLA O NEL LAVORO
  • BASSA AUTOSTIMA
  • DISTURBO OSSESSIVO-COMPULSIVO
  • DISTURBI DELL'APPRENDIMENTO
  • ANSIA O FOBIA SCOLARE
  • DIFFICOLTÀ A STABILIRE E MANTENERE RELAZIONI SOCIALI E COMPORTAMENTO IMPULSIVO

Dott.ssa Elena Paiuzzi - Psicologa e psicoterapeuta a Alessandria

Sede: Via Carlo Pisacane, 23 - Alessandria | Piazza Giuseppe Garibaldi, 21 - 15121 Alessandria

declino responsabilità | privacy | cookie policy | codice deontologico

elena.paiuzzi@gmail.com

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita psicologica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2016 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà della Dott.ssa Elena Paiuzzi .
Ultima modifica: 10/06/2016

www.Psicologi-Italia.it

© 2016. «powered by Psicologi Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.